top of page

Newsletter

Iscriviti agli Aggiornamenti

Congratulazioni! Ti sei iscritto

PREMIO ERMINIO MACARIO
prima edizione

Sabato 11 maggio ore 21

PHOTO-2024-04-04-19-09-18.jpg

Sono già stati nostri ospiti in questa rassegna

Sabato 4 maggio ore 21

Achille Ciabotto, modesto medico condotto di Aramengo, piccolo paese in provincia di Asti, conduce la sua semplice esistenza in compagnia della sorella Virginia, molto autoritaria, che gli fa un po’ da infermiera e un po’ da carabiniere. Ospiti fissi del suo ambulatorio sono il maresciallo dei carabinieri del paese, suo unico amico e un malato cronico “furbetto”. La loro semplice quotidianità viene turbata da un incidente d’auto, che vede protagonista una giovane donna, portata per le cure, dopo l’urto, nello studio del medico. Da qui una serie infinita di equivoci che nasceranno tra ospiti e pazienti, tra i quali una suora affetta da una malattia “molto particolare” e una neo sposa con un “piccolo” problema molto singolare. Tutto si sistemerà, ma ... non mancherà il classico colpo di scena finale.

Con

Anna Vesco..................Maria Pia

Giancarlo Chiampo........Achille Ciabotto

Maria Teresa Morandi....Virginia Ciabotto

Piera Verrua.................Teresa Canevari

Serena Fantinato...........Suor Angela

Piero D'Alessandro.........Giacomo e Sandro Canevari

Stefano Rossi.................Barone Sparapaoli

Marinella Pacchiardo.......Ginevra Colombo

Mario Fronticelli.............Maresciallo Rizzo

 

Adattamento e Regia Sonia Camerlo

Sabato 20 aprile

Il rapporto tra padri e figli non è mai stato facile, anche quando i figli crescono e i genitori invecchiano. Il conflitto tra generazioni è ancora più evidente in questo tempo in cui le cose sembrano cambiare vorticosamente e nello spazio di pochissimi anni. I rapporti si evolvono, le esigenze di ognuno si diversificano, antiche consuetudini e modi di stare insieme cambiano senza che si abbia neppure la consapevolezza del mutare delle cose.

E col passare degli anni, il tempo e il trascorrere della vita, gli eventi dimostreranno ancora una volta, il valore di una famiglia unita dall’affetto e dal volersi bene, nonostante le difficoltà di accettare ogni persona per come è effettivamente e non per come la si vorrebbe.

… e se qualcuno è “Noios!!!”, bisogna farsene una ragione!

 

Personaggi e Interpreti

 

Piero - Oscar Barile

Silvana, sua moglie - Vanda Boella, Pierfranca Marchisio

Luisa, sua figlia - Elisa Barbero, Margherita Barile

Federico, suo figlio - Davide Pasqualino Genta, Paolo Tibaldi

Alberto, compagno di Luisa Emanuele Coraglia

Fabiana, compagna di Federico - Beatrice Ferrero, Tiziana Scavino

Una voce – Enzo Capra

Sabato 6 Aprile 2024 ore 21

Questo divertentissimo spettacolo apre la prima edizione del Premio Erminio Macario, rassegna di teatro dialettale.
Riduzione in Piemontese di "Chiave per due" di John Chapman e Dave Freeman, è un testo di tipica comicità inglese che il Gruppo Teatro Carmagnola ha messo in scena nel 2016 inizialmente recitato in Italiano. Il successivo adattamento in Piemontese ha mantenuto tutta la sua comicità e la completa credibilità
della storia.
Salotto e camera da letto di Enrichetta che tira avanti da anni grazie alla relazione con due uomini sposati. Come gestire i "turni" per non farli incontrare? Funziona bene lo spauracchio di una mamma immaginaria quanto tremendamente bigotta, il cui temuto e improvviso arrivo serve a farli sloggiare al momento opportuno. Ma, naturalmente, ci saranno imprevisti che sconvolgeranno i suoi collaudati piani di gestione del menage a tre. Ma è in quei momenti che Enrichetta sfodera tutta la sua formidabile scaltrezza femminile.

 

Personaggi e Interpreti
 

ENRICHETTA Amante di Guido e di Ale, Ilaria MORRA

GUIDO GARDINI Primo amante, Ermanno MARELIATI

MAGDA Moglie di Guido, Elsa PEDRONI

ALESSANDRO BUSSO Secondo amante, Sergio RUBINETTI

MELISSA Moglie di Ale, Imelda GAMNA

ANNA Amica di Enrichetta, Margherita GIRAUDI

RICCARDO Marito di Anna,  Aldo AVALLE

Emozioni a Volvera 2023 - 2024

Sono già stati nostri ospiti in questa rassegna

Sabato 16 Marzo 2024 ore 21

Presidentessa 5L.jpg

Gobette, spregiudicata e disinvolta soubrette, allontanata dall’hotel dove dimorava durante una tournée, si presenta, con l’intenzione di pernottarvi, a casa di chi questo allontanamento l’ha causato: il Presidente Tricointe del Tribunale di Gray.
All’arrivo di un secondo ospite inatteso, il Ministro Cyprian Gaudet, Gobette viene erroneamente scambiata per la padrona di casa, nonché moglie del Presidente Tricointe. Lei decide istantaneamente di stare al gioco e di qua nasceranno una girandola infinita di divertentissimi equivoci.
Vaudeville, scritto da M. Hennequin in collaborazione con P. Veber nel 1912 e ambientata in Francia, riscosse da subito grandi consensi di pubblico e di critica. 
Con (in ordine di apparizione)
Gianluigi Piras, Stefano Pani, Marco Ostorero,
Fabio Depetris, Silvia Soldesti, Raffaela Lisanti

Gabriella Boccardo, Lara Luna Masoero
Alessandro Ragona, Fabrizio Ferrarotti
Riccardo Lambertini, Leonardo Aloisio
Danila Mercurio, Ivan Aloisio ed Enzo d'Aloisio


Assistente alla regia Marisa Daniele


Regia Alba Alàbiso

Sabato 9 Marzo 2024 alle 21

Screenshot 2024-02-11 alle 13.57.51.png

La pièce, scritta dalla nota cabarettista romana Giulia Ricciardi, è un’esilarante commedia, sulle donne, la loro vita, le aspettative e i desideri, sull’amicizia e naturalmente, sull’amore.
Quattro donne, quattro amiche, si ritrovano a casa di una di loro, nel suo giorno più bello.
O almeno, così dovrebbe essere, ma le cose non andranno proprio come da programma nuziale.
Mirella ha quasi 50 anni e si deve sposare con il suo Amedeo dopo 20 anni di convivenza ed una figlia. È il giorno del suo matrimonio ed Elvira, Marisa e Silvana, le sue più care amiche, sono a casa con lei pronte ad accompagnarla in chiesa.
Mirella però si è chiusa in bagno. Non vuole più presentarsi all’altare. Può succedere ad ogni donna di avere qualche ripensamento prima di fare il grande passo, ma in questo caso la situazione è critica.
Le quattro donne trascorreranno tutta la domenica insieme: sarà 
raccontarsi, per mettersi a nudo, per rivelare segreti importanti, e 
anche per riflettere.
Sarà impossibile per il pubblico non appassionarsi alle loro storie: minuto dopo minuto una serie di esilaranti gag, battute veloci, riverenti (e irriverenti) situazioni comiche, porteranno le ragazze e gli spettatori verso un finale non scontato; ciò che all’inizio sembrava essere, non sarà più, e per ognuna delle quattro amiche ci sarà un’evoluzione, un importante passaggio.

Sabato 24 Febbraio 2024 alle 21

In un appartamento, due amiche trascorrono insieme l’ora del the, sorseggiando il caldo e saporito infuso. L’immagine confortevole cela però una verità differente, fatta di passione e di distruzione. E’

Cristina, madre, moglie, casalinga brillante, ad avere una personalità diversa da quella che sembra, o è Nora, manager intraprendente, a nascondere la sua vera indole? Perché e chi ha dato il via a questo scontro spietato?
Alla base di questo scontro c’è una situazione sociale ad oggi piuttosto comune: una coppia di genitori decide di divorziare, le figlie vengono affidate al padre, che convive con Nora, la nuova compagna, nella casa dove prima abitava con la moglie. Cristina, la ex moglie, decide di riprendere possesso di ciò che le è stato tolto, comportandosi come se nulla fosse accaduto: prepara il the, prende i biscotti, armeggia in quella che ormai non è più la sua cucina. La tensione di questa assurda situazione cresce sempre di più, specie quando Cristina getta un’ombra su una possibile condizione di pericolo per le figlie e si arriva ad uno scontro fisico tra le donne. Siamo di fronte a due persone che in fondo si assomigliano e che si lasciano travolgere dai sentimenti. Cosa può accadere quando la passione prende il sopravvento sulla ragione? Possiamo trasformarci, fino a divenire irriconoscibili persino a noi stessi. È difficile non pensare ai fatti di cronaca dei quali siamo fin troppo abituati a sentire parlare. Problemi, difficoltà quotidiane che scatenano reazioni violente ed estreme.

Sabato 3 Febbraio 2024 alle 21

WhatsApp Image 2024-01-19 at 15.48.18.jpeg

I Defibriller sono: Angela, Silvia, Duilio e Matteo, quattro amici che dopo un periodo di militanza
in una compagnia teatrale di Musical, hanno pensato di creare un quartetto vocale prendendo come modello le belle parodie del Quartetto Cetra ed alcuni lavori degli Oblivion, realizzando una simpatica performance di varietà con un incoraggiante riscontro dal Pubblico.
Ed ora, replica dopo replica, lo show si arricchisce di nuovi numeri anche originali per
offrirvi un momento di divertimento e spensieratezza.

…si, ma perché Defibriller? 

Semplice! Quando arriviamo alle prove stanchi e disfatti dopo una giornata di fatiche, ne usciamo con una carica pazzesca! State quindi attenti, accesi e belli carichi anche voi, ne vedrete delle belle!

Sabato 13 Gennaio 2024 alle 21

WhatsApp Image 2023-05-24 at 18.00.44.jpeg

Sabato 13 Gennaio 2024

Il Capitano della Guardia di Finanza supervisiona i quattro Appuntati delle Fiamme Gialle intenti a ispezionare gli schedari negli uffici della RSA. Al suo fianco la direttrice della Struttura per anziani, visibilmente nervosa.

Sulla parete dietro la scrivania la foto della Casa di Riposo e una scritta: “Benvenuti a Villa la Quiete, casa di riposo per anziani che offre a tutti gli ospiti un ambiente protetto, ma stimolante. Oltre al grande giardino, il fiore all'occhiello è l’ampio Salone Teatro. Qui la Direttrice Brunilde Conio, attrice di fama internazionale che ha dedicato la sua vita alla recitazione, promuove un invecchiamento attivo coinvolgendo gli ospiti in percorsi di Teatroterapia"

Il Capitano indica il manifesto e si rivolge all’anziana direttrice: “Davvero qui fate fare teatro ai vecchietti? O anche questa è una balla come quelle che avete scritto sul vostro Bilancio d’esercizio?

 

di

Clemente Porporato

con

ANNA MARIA BALLARI (Brunikle)

SILVIA BAGNATI (Agata)

LILIANA GUGLIELMINO (Estella)

LYDIE TARAMAZZO (Ortensia)

GIULIA SAVIO (Griselda)

LORENZO CIMINO (Militare 1)

FRANCO GANGI DINO (Elio Lopez)

PIERO PERETTI (Toni Bonarda)

CLEMENTE PORPORATO (Nereo)

WALTER PORPORATO (Trivellone)

PIEGARLO PORPORATO (Militare 2)

 

Regia:

Michelle Taramazzo

... e le passate stagioni al Bossatis

Sabato 1 aprile 2023 ore 21

The Mood locandina v3.jpg
WhatsApp Image 2023-02-18 at 19.24.17.jpeg

Era il 1941 quando un Artista vendette, per la prima volta nella storia della musica mondiale, un milione di dischi.

L'America intera riempiva le sale da ballo per danzare al suo ritmo, o si raccoglieva intorno alla radio per ascoltare le note di questo straordinario compositore di musica Swing e della sua leggendaria orchestra. 

Restano immortali i suoi ritmi, i suoi arrangiamenti, il timbro particolare della sua musica. Il suo MOOD.

Alba Alabiso e Fabio Depetris di Arte della Commedia, ripercorreranno con voi alcuni momenti della vita di questo grande musicista. 

E la Iaveni Big Band  diretta dal Maestro Elisa Bonavero, ci delizierà, proponendoci alcuni dei più famosi brani di 

Glenn Miller e la sua Orchestra

Dedicato alle 130 vittime degli attentati di Parigi

del 13 novembre 2015

“Il 13 novembre 2015 Parigi è protagonista di uno dei più drammatici attentati di matrice islamica che abbiano funestato l’Europa. Epicentro della tragedia è il teatro Bataclan, dove è in programma il concerto del gruppo americano degli “Eagles of death metal”.

Gli attentati sono stati compiuti da almeno dieci persone fra uomini e donne, responsabili di tre esplosioni nei pressi dello stadio e di 6 sparatorie in diversi luoghi pubblici della capitale francese, tra cui la più sanguinosa è avvenuta proprio presso il teatro Bataclan, dove sono rimaste uccise 90 persone. Si è trattato della più cruenta aggressione in territorio francese dalla seconda guerra mondiale e del secondo più grave atto terroristico nei confini dell'Unione europea dopo gli attentati dell'11 marzo 2004 a Madrid.

Il dramma, partendo da una attenta e precisa ricostruzione storica di quella tragica notte, racconta la storia di tre coppie, due studenti, due poliziotti e una coppia con un bambino piccolo, che per motivi diversi si ritrovano coinvolti nella notte di fuoco parigina, una notte che cambierà per sempre le loro vite, le vite dei parigini e quelle di tutto il mondo occidentale.

Sabato 4 febbraio 2023

L’azione si svolge nel 1870: Donna Clotilde, baronessa borbonica in decadenza come tutta l'aristocrazia fedele ai Borbone, decide di vivere gli ultimi anni della sua vita rinchiusa nella sua villa vesuviana scegliendo l'isolamento come segno di disprezzo per la nuova cultura piccolo borghese che si va affermando dopo

l'unificazione d'Italia.

Dal suo letto con graffiante ironia e spietata sincerità tiranneggia una cugina povera, donna Gesualda, che svolge l'ambiguo ruolo di infermiera/serva e il curato di famiglia Don Catello.

Spettacolo a tratti comico, grottesco, carnale. I personaggi sono all’apparenza caratteri molto semplici da commediaccia: una vecchia brontolona ipocondriaca, la serva paziente che pur subendo non le risparmia acute frecciatine, un curato scroccone. L’arrivo improvviso di Ferdinando, giovane nipote di Donna Clotilde, getterà nello scompiglio la casa e metterà a nudo

contraddizioni, scomode verità e spingerà la trama con un ritmo incalzante verso un finale inaspettato e sconvolgente.

Sabato 14 gennaio 2023

WhatsApp Image 2022-12-20 at 18.11.38.jpeg

E' la storia di un giovane adolescente negli anni 60, Silvio, con i suoi primi amori, i suoi sogni, la voglia di viaggiare, la prima lambretta, la prima auto, una mitica 600, le ferie... ovviamente in Liguria! Le sale da ballo, e poi ancora il primo matrimonio... non molto fortunato, e infine...

Bè il seguito venite a scoprirlo di persona!

Ma attenzione!

Il tutto raccontato in musica anni 60 70 ma con i testi diciamo non proprio originali, un po' modificati... in piemontese!

 

I FRATI MERIDIANI

Il gruppo è nato oltre 20 anni fa, in seno a una Associazione Culturale di Rivoli tutt'ora esistente che si chiama MERIDIANA, composta da amanti delle tradizioni e della lingua piemontese. E proprio dal nome dell'associazione sono nati I FRATI MERIDIANI.

Anima del gruppo, il chitarrista Maurizio VANNI che ha arrangiato ed adattato le musiche. In origine più acustica, ora la formazione, modificatasi nel tempo, è composta da sette musicisti e ha assunto un sound più Rock!

Sabato 12 novembre 2022

Questo testo, profondo, delicato e teneramente poetico, è stato tradotto e allestito all’estero in più di venti lingue e ha vinto numerosi premi, tra cui il Premio della Critica a Bruxelles nel 2003, come migliore spettacolo dell’anno. E' un’analisi profonda sulla terza età, in cui il protagonista, un professore universitario in pensione, decide di lasciare la casa del figlio per trasferirsi in una residenza per anziani. Un testo che si occupa di un tema umano sociale, la lacerazione profonda tra “mondo dei vecchi” e “mondo dei giovani” e l’incomunicabilità che ne deriva. 

La commedia fu l'ultima prova d’attore di Marcello Mastroianni che la interpretò a teatro nella stagione 1995/96, e cavallo di battaglia di un altro decano delle scene, Gianrico Tedeschi.

 

 

 

Personaggi & Interpreti:

 

il padre    -    Silvestro Castellana

la madre   -   Chiara Castellana

il figlio   -   Giovanni Castellana

Regia: Silvestro Castellana

Luci e Suoni: Paolo Lenti

bottom of page