Newsletter

Iscriviti agli Aggiornamenti

Congratulazioni! Ti sei iscritto

Questo testo, profondo, delicato e teneramente poetico, è stato tradotto e allestito all’estero in più di venti lingue e ha vinto numerosi premi, tra cui il Premio della Critica a Bruxelles nel 2003, come migliore spettacolo dell’anno. E' un’analisi profonda sulla terza età, in cui il protagonista, un professore universitario in pensione, decide di lasciare la casa del figlio per trasferirsi in una residenza per anziani. Un testo che si occupa di un tema umano sociale, la lacerazione profonda tra “mondo dei vecchi” e “mondo dei giovani” e l’incomunicabilità che ne deriva. 

La commedia fu l'ultima prova d’attore di Marcello Mastroianni che la interpretò a teatro nella stagione 1995/96, e cavallo di battaglia di un altro decano delle scene, Gianrico Tedeschi.

 

 

 

Personaggi & Interpreti:

 

il padre    -    Silvestro Castellana

la madre   -   Chiara Castellana

il figlio   -   Giovanni Castellana

Regia: Silvestro Castellana

Luci e Suoni: Paolo Lenti